Etichettato: hall-of-fame

L’Empire State Building con i colori dei Mets per ricordare Gary Carter

Le luci blue ed orange in cima all’Empire State Building hanno colorato il cielo della Grande Mela in memoria di Gary Carter, catcher dei New York Mets che vinsero le World Series del 1986, scomparso il 16 febbraio all’età di 57 anni. Molto ricordato dai tifosi per quel suo singolo, con due out al decimo inning, che diede il via alla spettacolare rimonta in gara 6 contro i Red Sox. Oltre al campionato vinto con i Mets, Gary Carter, soprannominato the Kid fin dai tempi dei suoi esordi con gli Expos, è stato 11 volte All-Star, 3 volte Gold Glove e 5 volte Silver Slugger, entrando nella Baseball Hall of Fame nel 2003, con un consenso del 78% (yahoo!sports)

***

Rod Barajas (C, 37) è già un tipo che ha sempre il sorriso sulle labbra, quando poi si profila l’arrivo nella sua nuova squadra, i Pittsburgh Pirates, del suo vecchio compagno, il lanciatore A. J. Burnett (P, 35), allora gli diventa davvero difficile nascondere l’entusiasmo. Non solo per la gioia di ritrovare in squadra un vecchio amico, ma anche per l’ottimo rendimento che la coppia pitcher-catcher era riuscita a ottenere sul campo dei Toronto Blue Jays. “Every day we worked together, we had a good time” ha dichiarato Rod, e a Pittsburgh si aspettano che i due riescano a ripetersi a quei livelli (mlb.com).

Roberto Alomar, un pezzo di storia dei Toronto Blue Jays entra nella Hall of Fame

Dieci volte golden glove, dodici partecipazioni consecutive all’All Star Game, una carriera piena di successi e riconoscimenti, fino all’investitura finale. Roberto Alomar, il portoricano che conquistò il Canada, forse uno dei migliori infielders di sempre nel ricoprire il ruolo di seconda base, entra finalmente nella Baseball Hall of Fame. Insieme a lui Pat Gillick, che fu il manager di quei Toronto Blue Jays che vinsero due volte le World Series nei primi anni Novanta, insignito del prestigioso riconoscimento tre anni dopo il ritiro da trionfatore con il suo ultimo team, i Philadelphia Phillies, portati al titolo proprio nel 2008.

Robbie and Pat's big day In about two hours Toronto Blue Jay history will be made as Roberto Alomar will become the first player to enter the hall in Blue Jay colours. Joining him will be the architect of some of the greatest teams in the last 20 years, Pat Gillick. Aside from building back to back winners in Toronto, he helped the Orioles and Mariners make the playoffs (something they haven’t done since) and his finger prints are all over the strong Phillies… Read More

via Blue Jays Nest